Provincia Pesaro e Urbino
Comune Pergola
Altitudine 495 m.s.l.m.
Abitanti 212
Tipologia proprietà
Superficie 24300 mq
Stato del borgo

Dettagli

Situato sulla sommità di un colle roccioso che si erge sulla sponda sinistra del Cesano, Montevecchio era un antico e importante castello, della cui struttura non restano che pochi ruderi nei pressi del vecchio cimitero. Un anello viario, corrispondente all'antico circuito murario, gira intorno al piccolo insediamento, attraversato da uno stretto tracciato longitudinale, alla cui estremità meridionale un tempo sorgeva il palazzo nobiliare della famiglia feudataria fanese cui il borgo diede il nome. Al posto dell'edificio, demolito intorno agli anni Trenta, si estende ora una piazzetta asfaltata, delimitata su un lato dal fianco della chiesa sconsacrata di Sant'Apollinare. Un'altra chiesa dedicata a San Martino e costruita sulle mura del borgo, oggi perdute, è stata demolita nel secolo scorso; si è conservato solo parte del perimetro absidale, nascosto dalla boscaglia. Resta inoltre la chiesa parrocchiale, nobilitata da un pregevole portale seicentesco e prospettante sull'asse viario principale. Le abitazioni, prevalentemente in muratura di mattoni a facciavista e disposte su due livelli, si attestano lungo tale asse ed i vicoli ad esso ortogonali, comprendendo un ulteriore settore in direzione sud-orientale. Il castello apparteneva in origine, insieme a Monterolo, S. Andrea di Suasa e Fratte Rosa, all'abbazia benedettina di S. Severo e S. Apollinare in Classe di Ravenna, rientrando nel territorio della cosiddetta Ravignana. Nel 1283 "Montis Vetuli" fu soggetta al governo fanese e in seguito divenne feudo dei Malatesta, al cui servizio crebbe la potenza dell'illustre famiglia dei Montevecchio. Allorché questa si estinse, nel 1646, il paese tornò sotto il dominio della Chiesa; divenuto comune autonomo, nel 1869 venne infine accorpato al comune di Pergola.

       INFORMAZIONI
  • Giacitura: apicale
  • Uso suolo. seminativo/coltura arborea e arbustiva
  • Funzione del borgo: sede di potere religioso/sede di signoria
  • Epoca di fondazione: medievale
  • Percentuale abbandono: 0%
  • Contesto ambientale: collinare
       SERVIZI
  • Stazione ferroviaria: 34 Km
  • Sede comunale: 9 Km
  • Sede provinciale: 44 Km
  • Autostrada: 32 Km
  • Rete Elettrica: bassa e media tensione - aerea
  • Trasformazione Elettrica: a terra su cabina - su pali singoli
  • Rete Pubblica Illuminazione: interna al borgo
  • Rete Telefonia Fissa: aerea
  • Rete Telefonia Mobile: copertura telefonica
  • Rete Linea Gas: bassa pressione
  • Rete Idrica: potabile
  • Rete Fognaria: mista
  • Raccolta Rifiuti: indifferenziata
  • Depurazione Acque Reflue: si
  • Rete Stradale: strada provinciale

Edifici ed elementi

  • Casa in linea
  • Chiesa di S. Apollinare
  • Chiesa parrocchiale
  • Palazzo comunale
  • Via del castello

Fotografie

< >

Allegati

Bibliografia

  • "La Provincia di Pesaro ed Urbino"
    Oreste Tarquinio Locchi, 1934, Latina Gens - Roma
  • "La Valle del Metauro. Banca dati sugli aspetti naturali e antropici del bacino del Metauro"
    Marisa Baldelli, Alessandro Crinelli, Sandro Sebastianelli, Luciano Poggiani, www.laValledelMetauro.it
    (Il territorio comunale di Pergola: Montevecchio)
  • "Pergola. Lettura della città e del territorio"
    Nando Cecini, 1982, Comune di Pergola
(GAL) Colli Esini S. Vicino S.r.l. _ Piazza Baldini, 1 - 62021 Apiro (MC) _ P.IVA 01119560439