Provincia Pesaro e Urbino
Comune Frontone
Altitudine 584 m.s.l.m.
Abitanti 46
Tipologia proprietà
Superficie 15087 mq
Stato del borgo

Dettagli

Situato sulla sommità di un alto colle roccioso, il vecchio borgo si sviluppa ai piedi del castello. Un anello viario gira intorno al piccolo insediamento, attraversato da uno stretto tracciato longitudinale, alla cui estremità orientale sorge la Chiesa Baronale della Madonna del Soccorso, prospettante sulla piazza, collocata a ridosso delle mura. Un'altra chiesa dedicata a Santa Maria Assunta è costruita sulle mura del borgo accanto all'antica torre dell'orologio che ancora oggi, insieme al vecchio castello feudale, dominano le case del paese. Resta inoltre la porta di ingresso al borgo, collocata in prossimità della Chiesa di Santa Maria Assunta, attraverso la quale, passando sotto la torre civica, si accede all'asse viario principale che attraversa il borgo. Le abitazioni, in muratura di pietra e mattoni a facciavista, disposte in linea su due o tre livelli, si attestano lungo tale asse. Il documento più antico oggi conosciuto che ricordi espressamente Frontone è del 7 luglio 1072, mentre il castello viene menzionato per la prima volta in un atto di donazione del 1801 fatta dall'eremo di Fonte Avellana da parte di un certo Pagano, figlio di Foscarino di Raniero. Il castello di Frontone fu possedimento dei Gabrielli di Gubbio dal 1300 fino al 1420, quando la proprietà passò ai Conti di Montefeltro; per oltre un secolo, la storia dei frontonesi si inserisce in quella di queste illustri signorie ed in quella dei Della Rovere che le succedette nel possesso del Ducato di Urbino. Un tentativo di conquista da parte di Sigismondo Malatesta da Rimini, nel 1445, fu scongiurato dal personale intervento di Federico da Montefeltro in persona. A seguito di questo fatto di armi, il duca Federico fece intraprendere importanti lavori di potnziamento del sistema difensivo del castello, avvalendosi dell'opera di Francesco di Giorgio Martini. Nel 1530, il duca Francesco Maria II Della Rovere donò il castello di Frontone al nobile modenese Gianmaria Della Porta in segno di riconoscenza per importanti servizi resigli. Da allora il castello rimase di proprietà dei Della Porta fino al 1965, anno in cui fu acquistato dal Comm. Dandolo Vitali di Fano. Nel 1985 venne acquistato dall'Amministrazione Comunale.

       INFORMAZIONI
  • Giacitura: crinale
  • Uso suolo: bosco
  • Funzione del borgo: rurale, sede di potere religioso, militare
  • Epoca di fondazione: medievale
  • Percentuale abbandono: 10%
  • Contesto ambientale: montano
       SERVIZI
  • Stazione ferroviaria: 49 Km
  • Sede comunale: 1 Km
  • Sede provinciale: 75 Km
  • Autostrada: 47 Km
  • Rete Elettrica: bassa tensione - interrata
  • Rete Pubblica Illuminazione: interna ed esterna al borgo
  • Rete Telefonia Fissa: aerea e interrata
  • Rete Telefonia Mobile: presenza di antenne e copertura
  • Rete Linea Dati: wi-fi
  • Rete Linea Gas: bassa pressione
  • Rete Idrica: potabile
  • Rete Fognaria: mista
  • Raccolta Rifiuti: differenziata
  • Rete Stradale: strada comunale

Edifici ed elementi

  • Case in linea
  • Castello
  • Chiesa
  • Chiesa
  • Mura del castello
  • Piazza
  • Porta d'accesso
  • Torre

Fotografie

< >

Bibliografia

  • "Guida per il visitatore. Storia arte cultura geografia"
    Provincia di Pesaro e Urbino, L'Alfiere
(GAL) Colli Esini S. Vicino S.r.l. _ Piazza Baldini, 1 - 62021 Apiro (MC) _ P.IVA 01119560439